Privacy

Privacy

(DL 2003, n 196 "Codice in materia di Protezione dei Dati Personali")

In Italia la produzione normativa riferentesi alla privacy è al momento presente, primariamente, nella Costituzione (articoli 15 e 21), nel Codice penale (Capo III - Sezione IV) e, ovviamente, nel Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, intitolato Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali e noto ai più anche come Codice della Privacy o Testo Unico sulla Privacy. La precedente legge in tale materia legge 675/96, Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, fu a suo tempo introdotta nel nostro ordinamento al fine di rispettare e far applicare gli Accordi di Schengen ed era entrata in vigore nel maggio 1997. Con il tempo, data la tipica stratificazione normativa che si produce nei sistemi a Civil Law (caratteristica ancora più spiccata in Italia) a tale norma si erano affiancate numerose altre disposizioni, concernenti specifici aspetti del trattamento dei dati, che sono state riassunte nel Testo Unico vigente (il quale, per definizione, è un "contenitore", non una fonte del diritto), entrato in vigore il 1º gennaio 2004.

Sulla corretta applicazione della normativa vigila l'Autorità Garante per la protezione dei dati personali, istituita a suo tempo dalla L. 675/1996 e riproposta in toto dal Testo Unico del 2003.

NORMATIVA di RIFERIMENTO

   

CODICE DATI PERSONALI.pdf
DATI PESONALI.pdf

ANNO 2012-2013

DEPLIANT PRIVACY.pdf

NUOVA PRIVACY 2012.pdf

 

ANNO  2016

Vademecum -2.pdf